Vigilia di Natale

Mi diedero un antipiretico e mi mandarono a casa. La mattina dopo, vigilia di Natale, mi chiamarono: “Lei ha una leucemia mieloide, non si muova, ci vediamo il 27 per iniziare le cure”. Qualche mese fa aveva detto “La malattia è stato un incidente frontale ma sono arrivato a considerarlo una benedizione, un dono. La malattia non chiede mai il permesso. Arriva quando meno te lo aspetti. In tutti questi anni ho conosciuto tanta gente, tante storie. Quelle di Andrea, di Mirella, di Stefano, ragazzi meravigliosi, ma anche quelle di amici come Franchino, come Letizia….chi ce l’ha fatta, chi no. Inutile chiedersi perché. Però tutti loro, me compreso, hanno vissuto momenti felici grazie alla ricerca e all’assistenza di professionisti che mettono cuore e testa in quello che fanno. Per questo è importante finanziare la ricerca. Fatelo anche voi. Perché non sono sempre problemi degli altri. Grazie!”

Smartwatch free
Loading...

LEAVE A REPLY